Secondo quanto riferito, l’indipendenza di Bungie è a rischio a seguito di licenziamenti e ritardi nell’espansione di Destiny 2

Sfortunatamente ci sono altre notizie riguardanti oggi che fanno notizia su Destiny 2 e sullo sviluppatore originale di Halo Bungie.

Secondo un aggiornamento di Rebekah Valentine di IGN, lo studio rimane una “filiale completamente indipendente di Sony” ma è stato suggerito che la “divisione tra Sony e Bungie” insieme al potere condiviso “potrebbero non durare per sempre”, anche dopo il recente costo -misure di taglio che hanno comportato licenziamenti e ritardi. Ecco la struttura attuale:

“Il suo consiglio di amministrazione è stato diviso dall’acquisizione nel luglio del 2022. Tra i suoi attuali membri ci sono il capo dei PlayStation Studios Hermen Hulst, il vicepresidente senior di Sony Eric Lempel, il co-fondatore di Bungie Jason Jones, il CTO di Bungie Luis Villegas e il CEO di Bungie Pete Parsons . Il consiglio nel suo complesso è diviso tra i rappresentanti di Sony e Bungie, con Parsons che funge da voto decisivo.

IGN prosegue spiegando come si ritiene che la struttura del consiglio di amministrazione diviso dipenda interamente dal “raggiungimento di determinati obiettivi finanziari” da parte di Bungie e se non dovesse essere all’altezza, Sony sarebbe autorizzata a “sciogliere il consiglio esistente e prendere il pieno controllo della società”.

Ne consegue la notizia che l’attuale titolo di Bungie, Destiny 2, non è riuscito a soddisfare le sue proiezioni di entrate per l’anno finanziario in corso e ha dovuto ritardare la nuova espansione del gioco “The Final Shape” da febbraio a giugno del prossimo anno. Oltre a ciò, recentemente ha anche licenziato un numero considerevole di dipendenti.

IGN è stata inoltre informata che ci sono state discussioni sull’aumento dell’outsourcing (sia prima che dopo i licenziamenti più recenti). Tutto ciò non ha fatto altro che aumentare le preoccupazioni sul futuro dello studio e sul prossimo progetto di Bungie Maratona che potrebbe potenzialmente cambiare i suoi piani se Sony assumesse il pieno controllo.