Exposé accusa Sony Studio Firesprite di promuovere la cultura tossica

Sembra che non tutto vada bene allo studio Sony Firesprite, che il titolare della piattaforma ha acquisito nel 2021. Nonostante si sia trasferito in nuovi e costosi scavi nella sua città natale di Liverpool, un Eurogamer Il rapporto dipinge un quadro estremamente cupo della società che, a quanto pare, sta dissanguando personale e ha perso improvvisamente il suo amministratore delegato Graeme Ankers lo scorso maggio.

Il team con sede nel Regno Unito, che ha lavorato su Horizon Call of the Mountain per PSVR2, è stato colpito da una serie di licenziamenti all’inizio di questa settimana e si dice che il suo riavvio in fase di sviluppo di Twisted Metal sia stato annullato di conseguenza. Ma mentre si suppone stia lavorando su un franchise PlayStation di punta, che si dice sia un sequel di Until Dawn, lo staff dice che sta soffrendo di “morte per mille tagli”.

Il rapporto di Eurogamer afferma che un numero “allarmante” di dipendenti ha lasciato lo studio negli ultimi mesi, a seguito del pagamento di un bonus da parte di Sony lo scorso anno, progettato per trattenere il personale dopo l’acquisizione dell’organizzazione. Con la scomparsa di molti dei manager precedenti, il colosso giapponese avrebbe apparentemente reclutato personale da XDev per guidare la squadra, cosa che è stata criticata come “nepotismo”.

Si presume che questi nuovi leader siano stati recentemente coinvolti in un’indagine interna, accusati di ageism e discriminazione sessuale. Le fonti affermano che Sony ha respinto queste accuse come un malinteso, anche se alcuni apparentemente hanno cercato una guida legale esterna per esplorare ulteriormente la questione e presumibilmente hanno ricevuto pagamenti in cambio.

Il problema più grande, secondo chi parla con Eurogamer, sembra essere una graduale erosione della cultura dello studio. “Sony ha commesso il peggior errore possibile acquistando uno studio e intromettendosi al punto in cui potrebbe finire in una spirale mortale e incapace di completare nessuno dei progetti su cui sta lavorando”, avrebbe detto una fonte.

Il titolare della piattaforma non ha ancora commentato queste affermazioni, e vale la pena notare che non tutti quelli citati sono così critici, con uno che sostiene che c’è una “forte spinta all’inclusione” con “persone provenienti da una gamma più ampia di background, etnie e identità di genere che vengono valorizzate”. e lavorare insieme”. Pertanto, è difficile determinare la reale gravità della situazione.

Tuttavia, storicamente Sony è stata spietata con i suoi sviluppatori con sede nel Regno Unito. All’inizio di questa settimana ha chiuso il suo storico studio londinese, e questo è solo l’ultimo di un cimitero di team britannici, che comprende Evolution Studios, Guerrilla Cambridge, BigBig Studios, Liverpool Studio e altri. Speriamo che Firesprite possa rimettersi in carreggiata prima che sia troppo tardi.