I Game Awards deludono il settore nel 2021

Le funzionalità di Soapbox consentono ai nostri singoli scrittori e collaboratori di esprimere le proprie opinioni su argomenti caldi e cose casuali su cui hanno riflettuto. Oggi, Zion parla dei suoi sentimenti dopo aver partecipato ai Game Awards 2023 e del motivo per cui lo spettacolo deve fare di più nel celebrare gli sviluppatori di giochi.


Quando senti per la prima volta il nome della premiazione annuale conosciuta come “The Game Awards”, pensi di sapere di cosa si tratta. Ti aspetteresti una celebrazione cerimoniosa dei videogiochi, un luogo che riunisce le persone per accendere letteralmente i riflettori (guardando il tuo Ben Stella) sul meglio del settore di quell’anno.

Mentre la premiazione del 2022 ha avuto la sua giusta dose di intoppi in termini di autonomia e sicurezza, l’evento del 2023 avrebbe dovuto essere chiamato qualcos’altro. Lo spettacolo di quest’anno ha fatto un lavoro davvero deludente nel dare alle persone i cui giochi sono stati nominati e premiati la possibilità di ringraziare e, francamente, gli showrunner dovrebbero essere delusi da se stessi.

Nel 2022, Christopher giudice notoriamente è andato ben oltre il tempo assegnato sul palco mentre tiene un discorso di ringraziamento per aver vinto il premio per la migliore interpretazione con il ruolo di Kratos Dio della guerra: Ragnarok. Alcuni sono rimasti commossi dalla sua dedizione ai fan e alla famiglia, ma altri erano frustrati all’idea che stesse abusando del tempo a sua disposizione, tempo che avrebbe potuto essere utilizzato per altri in seguito durante lo spettacolo. Anche se è facile desiderare che fosse stato più conciso e premuroso, è difficile immaginare quanta pressione abbia sentito sul palco quel giorno e anche se, certo, avrebbe potuto essere più conciso, è umano e sarebbe potuto facilmente succedere a lui. chiunque di noi.

L’evento del 2023 avrebbe dovuto essere chiamato qualcos’altro.

Quindi, per combattere questa possibilità quest’anno, ai vincitori del premio sono stati concessi circa 30 secondi per svelare le loro emozioni alla folla e al pubblico online, prima che una sinfonia di musica diventasse sempre più forte, soffocando rapidamente le loro parole a chiunque fosse seduto tra il pubblico. Quest’anno, Neil Newbon, che quest’anno ha vinto il premio per la migliore interpretazione per il suo ruolo in Porta di Baldur 3 – è stato interrotto proprio all’inizio dello spettacolo pronunciando un discorso incredibilmente sentito. Non solo, molti premi sono stati rivelati rapidamente su un palco laterale dal conduttore e creatore dello spettacolo, Geoff Keighley. Questa è stata una tattica utilizzata dallo spettacolo anni prima per mantenere il ritmo, ma quest’anno è sembrata peggio che mai.

Sabotage Studio, il vincitore del miglior gioco indipendente per Sea of ​​Stars, era presente e avrebbe potuto salire sul palco per tenere un discorso, ma invece ha ricevuto solo cinque secondi di congratulazioni e “grazie” da Geoff durante lo spettacolo . Anche categorie importanti come Miglior gioco per famiglie e Innovazione nell’accessibilità sono state premiate durante il pre-spettacolo invece che durante l’evento principale. In un mondo pieno di giochi creativi e incredibili, quei brevi momenti sul palco possono significare tutto per gli sviluppatori. Probabilmente significa tutto essere riconosciuti in questo modo e poter ringraziare le persone che li hanno supportati e le loro avventure nel corso dei lunghi anni necessari per realizzare un gioco.

Spettacolo online condiviso di video Zelda il produttore della serie Eiji Anouma viene portato d’assalto sul palco da un enorme messaggio sullo schermo che gli chiede di “Concludere per favore” mentre esprime la sua gratitudine. Per non parlare del fatto che aveva un traduttore sul palco, il che significava che probabilmente avevano bisogno di più tempo per esprimere i loro sentimenti. Questo è straziante. Anche a Larian Studios, gli sviluppatori di Baldur’s Gate 3, vincitore del premio Gioco dell’anno 2023, è stato chiesto di concludere il tutto onorando Jim Southworth, l’artista cinematografico principale del gioco che è scomparso di recente. Geoff era d’accordo più tardi in un post su Twitter che sentiva la musica è stata suonata troppo velocemente per i vincitori quest’anno”, ma a questo punto il danno era già fatto. Il momento era passato e non puoi tornare indietro e dare a quelle persone un’altra possibilità.

Migliaia di persone si prendono una pausa dal lavoro, volano per migliaia di miglia da tutto il mondo, prenotano hotel costosi e spendono prezzi gonfiati in cibo e bevande nella città di Los Angeles solo per assistere a questo spettacolo. Sia che vengano nominati, sia che siano lì semplicemente per supportare i loro amici, la famiglia o i loro giochi e sviluppatori preferiti dell’anno, le persone si sacrificano molto.

Ho avuto la fortuna di essere presente con il nostro collaboratore Alan Lopez, e anche se eravamo più che entusiasti di vedere Hideo Kojima salire sul palco con Jordan Peele per rivelare il loro nuovo progetto in collaborazione con Xbox, OD, Non capisco perché siano stati concessi loro 7 incredibili minuti per parlare quando così tanti vincitori del premio sono stati cacciati dal palco il più velocemente possibile e non c’era quasi nulla da mostrare del progetto. Diamine, anche a Gonzo (sì, il Muppet Gonzo), è stato concesso un lungo segmento per parlare dei suoi giochi preferiti.

Questo non vuol dire che lo spettacolo ha chiuso tutti quest’anno. Il fondatore di Surgent Studios Abubakar Salim è salito sul palco per condividere il primo sguardo al primo gioco del loro studio, Tales of Kenzera: ZAU, lo ha fatto onorando le storie che suo padre gli ha raccontato in gioventù, ci ha mostrato le sue radici gridando Golden Sun e ha condiviso i ringraziamenti in un modo in cui non molti altri ne hanno avuto la possibilità. Oltre a ciò, il suo trailer era pieno di gameplay. Essendo una persona che guarda i Game Awards da anni, Abubakar Salim ha capito il valore, il peso di ciò che significava essere su quel palco quel giorno e ne ha rispettato ogni minimo dettaglio. Sebbene possa essere una rivelazione del gioco, è stata una dimostrazione della passione, del talento e della creatività del settore che abbiamo Dovrebbe festeggiare. Lo ringrazio di cuore per aver condiviso quel momento con tutti noi.

La cerimonia dei Game Awards di quest’anno è stata un grande passo avanti per annunci entusiasmanti e spettacoli teatrali memorabili, ma un enorme passo indietro per l’industria e le persone stesse. È così raro trovarci faccia a faccia con il cuore e l’anima che ci danno tutto per realizzare questi giochi, e quest’anno hanno dedicato più tempo alle celebrità di Hollywood che si stanno appena tuffando nel mondo dei giochi. Spero che l’anno prossimo il team dei Game Awards riesca a trovare un modo per riportare l’attenzione sulle persone che rendono questo mezzo così speciale.

La cerimonia dei Game Awards di quest’anno è stata (…) un enorme passo indietro per l’industria e per le persone stesse.

Naturalmente, sono sicuro che ci vuole un villaggio per creare uno spettacolo così fluido ed emozionante come questo, ma ne è valsa la pena? Soprattutto in un anno che ha visto più licenziamenti nell’industria dei giochi che mai, è deludente che Geoff e il team dietro i Game Awards non ne abbiano fatto menzione o addirittura abbiano permesso agli sviluppatori di farlo. parlare. Questa potrebbe essere la loro ultima possibilità in un settore nebuloso come lo è adesso. Per crescere dobbiamo essere in grado di riflettere anche sui problemi che il settore si trova ad affrontare, invece di fare semplicemente finta che tali problemi non esistano.

In che modo potrebbero davvero migliorarlo? Sarebbe possibile vedere l’evento trasformarsi in uno spettacolo di due giorni? Un giorno per tutti i premi e uno per le rivelazioni? Nello show di quest’anno, molti annunci hanno iniziato a fondersi in uno solo. Onestamente, ci sono così tanti giochi in mostra che non potresti essere incolpato se dimentichi i premi che ti hanno emozionato di più quella notte! Spettacoli come The Golden Joysticks e i BAFTA Game Awards se la passano bene senza tutte le fantasiose rivelazioni del gioco e danno comunque ai vincitori il tempo dovuto per parlare.

I Game Awards vogliono essere il premio più riconosciuto e prestigioso del settore, ma falliranno sempre in questo senso se si dimenticano continuamente di riconoscere le persone che compongono questo settore. Allo stato attuale, è solo una versione invernale dell’E3 o del Summer Game Fest con l’etichetta di uno spettacolo di premiazione.

Per concludere con una nota più leggera, vorrei congratularmi con i vincitori e i nominati, coloro che hanno ricevuto meritatamente un riconoscimento durante la serata. Ma, cosa altrettanto importante, voglio ringraziare tutti gli sviluppatori che lavorano duramente e che sacrificano così tanto della loro vita ogni giorno per creare questi mondi in cui possiamo giocare, imparare ed esplorare a nostro piacimento. Voglio che tu sappia che nessuno di noi sarebbe qui senza di te e speriamo che tu possa vedere quanto colore aggiungi al nostro mondo.