Il team di sviluppo di Final Fantasy 16 si scioglie, diminuiscono le prospettive di sequel o spin-off

Final Fantasy XVI è un’avventura epica di per sé, ma i fan affamati di più Clive e compagnia potrebbero rimanere delusi nell’apprendere che il team di sviluppo si è già sciolto. A parte un piccolo team che lavora sul prossimo DLC The Rising Tide, la Creative Business Unit III di Square Enix dal nome evocativo, guidata da Naoki Yoshida, è già passata a ciò che verrà dopo.

Ciò rende altamente improbabile la prospettiva di sequel diretti o titoli spin-off, una pratica con cui la serie Final Fantasy si è sempre più dilettata negli ultimi anni. Questo è qualcosa che i fan hanno sopportato a lungo, a cominciare dall’istigatore Final Fantasy X-2, quindi Final Fantasy XII: Revenant Wings, e poi l’intera trilogia XIII. Final Fantasy XV è stato lanciato anche insieme al picchiaduro 2D A Kings’s Tale, quindi tutte le scommesse sono cancellate ora.

Parlando con Famitsu (attraverso MP1stGrazie PSLS), il produttore Naoki Yoshida ha parlato del futuro del franchise di Final Fantasy: “Il team di sviluppo di FF16 è stato sciolto, ad eccezione del team DLC principale, ma almeno non prevediamo di creare un seguito o uno spin-off di FF16. Ho accumulato molte conoscenze da FF16. Piuttosto che continuare con un titolo per sempre, vorrei usare quella conoscenza per considerare nuove sfide, come il titolo successivo”.