L’ex capo di PlayStation attira l’attenzione sul commento di Xbox “Cose viscide della piattaforma”.

Domenica, il capo di Xbox Phil Spencer ha condotto un’intervista con IGN su una varietà di argomenti e durante la conversazione ha menzionato come non volesse fare “cose ​​viscide da piattaforma” per forzare un certo modo di giocare.

Ecco la citazione esatta dalla conversazione su cui si è concentrato Call of Duty: Black Ops 6 nello specifico:

“È una scelta. Non abbiamo detto a nessuno che devi abbonarti (a Game Pass) per giocare. Se vuoi acquistare Black Ops è fantastico: è fantastico per noi, è fantastico per gli sviluppatori. Se vuoi iscriverti, va benissimo anche tu.”

“Voglio darti la scelta su come giocare e con chi giocare, e non provare a fare cose viscide da piattaforma per costringerti a fare quello che voglio che tu faccia. Dai ai giocatori la possibilità di scegliere cosa vogliono fare e con chi vogliono giocare”.

Come puoi immaginare, ci sono stati alcuni articoli a riguardo e l’ex capo di PlayStation Shawn Layden ha deciso di rispondere a uno di essi. Nella sua risposta sui social media, è sembrato divertito dai commenti di Phil, mentre ha anche premuto il pulsante “Mi piace” su una serie di risposte che criticavano la scelta delle parole in questa intervista.

Se ti stai chiedendo perché qualcuno potrebbe offendersi per il commento sulle “cose ​​viscide della piattaforma”, è perché è così Potevo essere interpretato come riferito ai contenuti esclusivi a tempo per Call of Duty e altri giochi PlayStation negli ultimi anni.

Ovviamente Phil Spencer non lo ha detto direttamente, quindi non gli metteremo le parole in bocca, ma in ogni caso, è bello sapere che tutti i contenuti di Black Ops 6 saranno disponibili per tutti esattamente nello stesso momento in cui quest’anno Ottobre.