L’ex dirigente di Microsoft spiega perché Xbox ha chiuso Bethesda Teams

È stato un periodo tumultuoso nel mondo Xbox ultimamente, con notizie durante tutta la settimana sui tagli di posti di lavoro, comprese le chiusure di quattro studi all’interno della divisione Bethesda di Xbox. Al momento in cui scriviamo Microsoft non ha rilasciato una dichiarazione su tutti questi rapporti, ma un ex dirigente pensa di conoscere le “due ragioni” dietro queste chiusure di sviluppatori.

Pubblicazione su LinkedIn, l’ex PR manager di Microsoft Brad Hilderbrand ha parlato a lungo di quelle che crede essere le ragioni dietro questo scioccante cambio di direzione in Xbox. La parte lunga e breve del suo post è che Hilderbrand pensa a Xbox Game Pass e Activision Blizzard Sono questi due motivi – con l’acquisizione di ActiBlizz che potrebbe complicare la strategia Game Pass del team.

Ecco una parte del lungo post LinkedIn di Hilderbrand:

“Quindi giochi come Hi-Fi Rush, che è incredibile, intendiamoci, ottengono un piccolo aumento delle entrate essendo il gioco Game Pass più popolare per un mese, poi crollano quando tutti passano alla cosa successiva. Il povero Redfall ha avuto una situazione ancora peggiore poiché è stato lanciato in modo così violento che non ha mai avuto alcuna possibilità. Questo sistema andava bene per un po’ quando Game Pass cresceva a dismisura, ma ora è rallentato e la quantità di entrate che attribuisce ai giochi non tiene il passo con i budget per realizzarli.

Finora, le grandi scommesse sulla promozione di nuovi abbonamenti (Redfall, Starfield) non hanno stimolato una crescita sufficiente e non c’è molto all’orizzonte che possa riavviare lo slancio. La soluzione migliore è COD, ma rischi davvero i ricavi di vendita garantiti che il franchising comporta inserendolo su Game Pass il primo giorno e potenzialmente perdi vendite massicce? Non so quali siano i piani, ma o lo metti su Game Pass e perdi soldi, oppure non lo fai e gli abbonati si ribellano perché pensano che sia quello per cui si sono iscritti.”

Vale la pena leggere il post completo per avere una prospettiva interessante sulla questione, una prospettiva informata da qualcuno che in precedenza ha lavorato come responsabile delle pubbliche relazioni per l’azienda di Redmond. Abbiamo già riportato notizie secondo cui Xbox potrebbe discutere sulla sua futura strategia per Game Pass, quindi chiaramente ci sono voci in corso su cosa farà esattamente Microsoft dopo con il servizio di abbonamento.