Redfall: ho colto una seconda possibilità di essere estatico

Alzerò le mani e ammetterò che Redfall ha fallito quando è stato rilasciato nel maggio 2023. È diventato un gioco universalmente memed e persino Phil Spencer ha parlato pubblicamente della sua delusione per il gioco di ruolo a mondo aperto che uccide i vampiri. Ha messo Arkane Austin in un buco per diversi mesi e ci sono volute settimane prima che gli aggiornamenti più piccoli iniziassero a essere implementati. Ho giocato a Redfall quando è uscito e nel giro di un’ora o due l’ho disinstallato.

Ma recentemente, ho deciso di fare un secondo tentativo. Sono un convinto sostenitore del concetto di seconda possibilità e, dopo tutto, Arkane Austin ha lavorato duramente per produrre alcuni aggiornamenti sostanziali per questo tormentato gioco di vampiri, giusto?

Ragazzi, sono felice di avergli dato una seconda possibilità.

Vale la pena giocare a Redfall adesso?

In una parola: sì. Sono arrivato al punto di scrivere un articolo che riassume tutto ciò che non andava in Redfall, ed era un lungo elenco. Guardando indietro, forse l’ho giudicato troppo duramente, ma sicuramente ci sono voluti alcuni di questi aggiornamenti più importanti per risolvere alcuni dei problemi che avevo inizialmente delineato. Ad esempio, l’aggiunta della modalità prestazioni a 60 FPS a Redfall ha cambiato le regole del gioco e da un giorno all’altro è diventato un gioco molto più fluido e fluido da giocare.

Sarò trasparente – non lo è ancora perfetto. Ci sono ancora alcuni problemi con l’intelligenza artificiale che non è così intelligente, ci sono alcuni momenti in cui il livello di difficoltà aumenta dal nulla e il ciclo di gioco risciacqua e ripeti può diventare un po’ noioso, ma nel complesso sono fermo nella convinzione che Redfall non meriti più l’odio universale che ha ricevuto al momento del lancio, neanche lontanamente.

Slaaaay

Ci vuole un po’ per muoversi, ma una volta che hai preso piede in Redfall, diventare un potente cacciatore di vampiri è davvero soddisfacente ed è una scalata progressiva. In poco tempo, mi sono ritrovato a scontrarmi con alcuni boss vampiri davvero impressionanti, utilizzando una serie di abilità, un arsenale di armi piuttosto innovative e interessanti e le meccaniche di movimento sorprendentemente agili del gioco per liberare Redfall da questa minacciosa piaga succhiasangue.

C’è un loop di gioco molto semplice e, come ho sottolineato, questo è uno dei problemi principali del gioco. È quella routine generica di liberare zone sulla mappa completando obiettivi e poi combattendo un personaggio in stile boss di livello inferiore, ancora e ancora. Ma non mi sono mai annoiato, questo è l’importante. Quando ho scoperto che la mappa che ti viene presentata all’inizio del gioco è fondamentalmente una zona tutorial, sono rimasto sbalordito: la regione principale è “Burial Point” ed è facilmente due volte più grande di Redfall.

Ciò significava che il ciclo di gioco si sarebbe ripetuto per ore e ore, ma non mi stancavo mai. Man mano che salivo di livello, mi sono ritrovato a diventare sempre più potente e le armi che continuavo a trovare diventavano sempre più soddisfacenti da usare. In poco tempo, diventai anch’io un fantasma, abbattendo senza sforzo folle di vampiri ribollenti.

Non è mai stato brutto

Un altro aspetto positivo di Redfall è la sua bellezza. Non è mai stato un gioco brutto, e questo è stato uno dei punti di riscatto che ho notato nel mio crollo all’inizio di quest’anno che criticava pesantemente il gioco. Sembra brillante e la mappa è un piacere da esplorare. Dalle strade suburbane fiancheggiate da alberi irti di foglie autunnali alle fattorie abbandonate, alle chiese e alle fabbriche che rappresentano luoghi inquietanti da esplorare di notte, c’è molta diversità in Redfall.

Grazie allo stile unico di Arkane (che si vede meglio in giochi come Dishonored), i modelli dei personaggi sembrano fantastici, i boss sono terrificanti e tutto, dalle armi agli abiti che puoi equipaggiare, è intrigante: non sai mai cosa ti aspetta. trova il prossimo.

Allora, qual è il verdetto finale?

Come ho detto, sono felice di aver deciso di dare a Redfall una seconda possibilità. Ho pochissimi problemi con il gioco ora. C’è abbastanza da fare per tenermi occupato per ore e ore e, se sei un tipo di giocatore “collezionista”, ci sono pile di contenuti secondari da completare e molti oggetti da collezionare da scoprire. Esistono missioni terziarie che possono essere ripetute in loop che offrono obiettivi casuali e sei libero di giocare al tuo ritmo.

Per me, soddisfa molte caselle.

Vale anche la pena notare che non ho riscontrato alcun bug durante il mio ritorno a Redfall. Non uno. Questo è tutto dire per un gioco che solo sei mesi fa era stato bollato come un completo flop in ogni senso della parola. Ora è un titolo fluido e divertente con molto da vedere e da fare.

Cosa si potrebbe chiedere di più?