Sony: l’accesso ai nostri contenuti è fondamentale per i non giocatori

Sony vuole andare oltre i tradizionali confini del suo giardino recintato PlayStation ed è ansiosa di garantire ai possessori di non console l’accesso ai suoi contenuti. Abbiamo lentamente iniziato a vedere questa strategia in azione: la società ha commissionato adattamenti televisivi e cinematografici dei suoi più grandi franchise, ha portato software selezionati su PC e ha persino creato una nuova divisione di giochi mobili.

Parlando con Nikkei, il capo Hideaki Nishino ha parlato di questa strategia un po’ più nel dettaglio e di come possa essere vantaggiosa per le vendite della console nel lungo termine: “È importante che le persone che non giocano abbiano accesso ai nostri contenuti e speriamo di usarli film e fiction come opportunità per invogliare le persone a provare i giochi PlayStation. Le vendite della serie The Last of Us sono aumentate quando è andata in onda la versione drammatica dal vivo.

Aneddoticamente, abbiamo notato un enorme picco sui nostri contenuti preesistenti di The Last of Us durante la trasmissione televisiva iniziale dell’adattamento di HBO, quindi possiamo sicuramente apprezzare l’impatto che ha avuto. Personalmente, siamo pienamente favorevoli a questa strategia; parlando dal punto di vista di un sito di fan di PlayStation, siamo anche ansiosi di raggiungere quante più persone possibile, quindi se Sony può attrarre persone al di fuori della tradizionale comunità di possessori di console, allora questa è un’opportunità anche per noi.

A nostro avviso, più persone vengono esposte a PlayStation, meglio è.