Warner Bros. perde 200 milioni di dollari di entrate a causa di Suicide Squad

Il lancio e la performance di Suicide Squad: Kill the Justice League sono costati alla Warner Bros. 200 milioni di dollari di entrate. La rivelazione è arrivata durante il rapporto sugli utili del primo trimestre della società.

Nel suo rapporto, la Warner Bros. ha affermato che l’uscita del gioco è stata “deludente” e che “ha generato ricavi significativamente inferiori”.

“A partire da Studios, il calo di oltre 400 milioni di dollari anno su anno durante il primo trimestre è dovuto principalmente alla competizione molto dura che abbiamo affrontato nei giochi contro il successo di Hogwart’s Legacy lo scorso anno nel primo trimestre, in concomitanza con la deludente uscita di Suicide Squad questo ultimo trimestre, che abbiamo svalutato, determinando un impatto di 200 milioni di dollari sull’EBITDA (utili prima di interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti) durante il primo trimestre”, ha affermato il CFO Gunnar Wiedenfels durante la chiamata agli investitori dopo la pubblicazione del rapporto.

Il lancio di Suicide Squad: Kill the Justice League ha visto numerosi ritardi e molti feedback contrastanti da parte dei giocatori prima del lancio completo del gioco. È stato addirittura necessario ritirarlo dai negozi subito dopo il rilascio in accesso anticipato a causa di un bug che completava automaticamente il gioco.

Al momento della stesura, il gioco ha un punteggio critico di 60 (misto). Metacritico. La valutazione degli utenti sulla piattaforma è molto più bassa, appena 3,5 su 10.