Nuovo gioco di ruolo d’azione di Xbox e Wu-Tang Clan: ottieni approfondimenti esclusivi

I dettagli sono emersi per la prima volta sul progetto Shaolin nell’ottobre 2021 in seguito alla famigerata fuga di notizie di NVIDIA che ha rivelato una serie di nomi in codice di progetti di giochi in sviluppo. Uno di questi progetti trapelati era Shaolin, e la fuga di notizie successivamente ha portato a segnalazioni da parte di Jez Corden di WindowsCentral e VentureBeat Jeff Grubb (tramite Game Mess) su cosa potrebbe comportare il gioco e sul suo coinvolgimento con il Wu-Tang Clan.

Secondo entrambi i rapporti, il gioco è un gioco di ruolo in terza persona orientato al corpo a corpo, completo di modalità cooperativa per quattro giocatori. Si diceva anche che il gioco coinvolgesse pesantemente gli stessi membri del Wu-Tang Clan con la colonna sonora del gioco e conterrebbe bottini, armi ed equipaggiamento dei nemici sconfitti. Secondo i rapporti, il gioco è in sviluppo presso Brass Lion Entertainment, un nuovo studio formato nel 2019 da Manveer Heir.

Il gameplay si evolve attorno a un frenetico combattimento corpo a corpo in terza persona, con una forte attenzione all’intreccio tra musica e combattimento. I giocatori possono scegliere tra quattro armi diverse, tutte con stili di gioco diversi e unici (spade singole, spade doppie, ecc.). Resta inteso che il gioco presenta un vasto catalogo di musica del Wu-Tang Clan, la maggior parte della quale è stata reimmaginata dal produttore e DJ Just Blaze per il gioco.

Il coinvolgimento del Wu-Tang Clan va oltre la semplice musica, poiché anche tutti e nove i membri del Wu-Tang Clan sono giocabili e agiscono come un buff a tempo limitato del giocatore che ti darà mosse definitive, maggiore salute e altro ancora.

Il bottino e gli oggetti raccolti rientrano tutti nell’hub sociale centrale del gioco, chiamato “Quartiere”. Qui, i giocatori potranno vendere il proprio bottino, ascoltare musica e mostrare le loro scelte di moda uniche tra loro. Le fonti hanno sottolineato che il gioco sarà uno “spazio di benvenuto per tutti i giocatori” e sarà incentrato sui personaggi del BIPOC e sulle comunità storicamente emarginate.